Alitalia cambia look: nuove divise per hostess e steward

Nuove divise alitalia

Alitalia cambia look: nuove divise per hostess e steward

Dopo quasi vent’anni ecco i nuovi panni che vestiranno assistenti di volo e di terra della compagnia aerea italiana.

Le nuove uniformi sono firmate da Ettore Bilotta, lo stilista milanese che si è ispirato al glamour della moda italiana degli anni ’50 e ’60. Queste rappresentano l’essenza del Made in Italy a partire dai materiali utilizzati, ossia tessuti provenienti dalla toscana e seta lavorata a Como.

Quelle per il personale maschile, invece, sono state realizzate in Puglia, gli accessori di pelle a Napoli, infine le scarpe nelle marche.

Ad Ettore Bilotta è stato chiesto di realizzare qualcosa di nuovo che al tempo stesso richiamasse l’intramontabile eleganza del passato, di far convivere elementi classici con la praticità del quotidiano.

image21

I colori scelti dallo stilista sono il rosso, a simboleggiare la passione italiana e il verde per richiamare le bellezze paesaggistiche e le ricchezze storico culturali della penisola.

Per le divise destinate al personale femminile di volo è stato scelto il bordeaux tendente in maniera graduale ad un rosso piu chiaro, mentre quelle di terra si colorano di un grigio antracite e virano gradualmente al verde.

Bilotta-e1463679163550

Anche gli accessori quali cravatte, gilet, cardigan scarpe, sciarpe, cinture, guanti e borse, si combinano all’uniforme presentando colori abbinati e preentando elementi di design contemporaneo e classico. Questi, insieme alle nuove divise, verranno distribuite ai 5.700 dipendenti Alitalia in luglio, è poi previsto un restyling anche per le divise dei piloti e il personale operativo.

Non è un caso che il nuovo look venga presentato in questo momento: la compagnia, guidata dal nuovo amministratore delegato Cramer Ball, si avvia ai suoi 70 anni di storia e la collezione vuole essere all’altezza della sua presentazione al mondo e rappresentare, fin nei più piccoli dettagli, la qualità e la bellezza del Made in Italy, ottimo auspicio da cui ripartire, dunque!

Cosa ne pensate?

Un commento

Domenico
Giugno 3, 2016
Neanche le suore si vestono cosi.....
Rispondi

Lascia un commento

Nota: I commenti sul sito web riflettono le opinioni dei loro autori e non necessariamente le opinioni del portale cecchiniviaggi.it. Perfavore astenersi da insulti ed espressioni volgari. Ci riserviamo il diritto di eliminare qualsiasi commento senza preavviso spiegazioni.

Il vostro indirizzo mail non verrà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

Nome *